Olio di cartamo Nutrizionali – Calorie, carboidrati e benefici per la salute di olio di cartamo

Posted on

 Calorie, carboidrati e benefici per la salute di olio di cartamo

Olio di cartamo è un olio sana per il cuore che può essere utilizzato in tutta la cucina. Troverete oli di cartamo monoinsaturi e gli oli di cartamo polinsaturi sugli scaffali dei negozi. Ogni tipo di olio fornisce diversi vantaggi.

Valori nutrizionali

Olio di cartamo Nutrizionali
Dimensione della dose 1 cucchiaio (14g)
Per porzione % Valore giornaliero*
calorie 120  
Calorie da grassi 122  
Grasso totale 14g 22%
1g grassi saturi 5%
2g Grassi polinsaturi  
10g Grassi monoinsaturi  
Colesterolo 0mg 0%
sodio  0mg 0%
potassio 0mg 0%
carboidrati 0g 0%
Dietary Fiber 0g 0%
zuccheri 0g  
proteine 0g  
Vitamina A 0% · Vitamina C 0%
Il calcio 0% · Ferro 0%
* Basato su una dieta di 2.000 calorie

I grassi in olio di cartamo

Ci sono tre diversi tipi di grassi in olio di cartamo.

C’è una piccola quantità di grassi saturi nella questo olio. I grassi saturi sono considerati meno grassi sani come possono contribuire alla malattia di cuore. L’American Heart Association suggerisce che scegliamo oli con meno di quattro grammi di grassi saturi per cucchiaio. olio di cartamo prevede solo un grammo di grassi saturi per cucchiaio.

Avrete anche due grammi di grassi polinsaturi, quando si consuma un cucchiaio di olio di cartamo. Gli acidi grassi polinsaturi hanno un effetto positivo sul sistema cardiovascolare, in modo che siano considerati grassi sani.

La maggior parte del grasso in olio di cartamo è grassi monoinsaturi, acido oleico in particolare. E ‘importante notare che ci sono due diversi tipi di cartamo che producono olio. Uno è ad alto contenuto di acido oleico (grassi monoinsaturi) e l’altro è ad alto contenuto di acido linoleico (grassi polinsaturi).

L’uno si è più propensi ad acquistare nel negozio di alimentari per l’uso in cucina è quella ad alto contenuto di grassi monoinsaturi.

I grassi monoinsaturi sono ritenuti aumentare il colesterolo HDL, conosciuto anche come colesterolo “buono”. Così esperti raccomandano di sostituire i grassi meno sani (come ad esempio i grassi saturi e grassi trans) con grassi monoinsaturi o polinsaturi.

L’Accademia di Nutrizione e Dietetica raccomanda che il 15 al 20 per cento del vostro apporto calorico viene da acidi grassi monoinsaturi.

Carboidrati in olio di cartamo

Non ci sono i carboidrati in olio di cartamo. Il carico glicemico stimata di olio di cartamo è pari a zero.

Proteine ​​in olio di cartamo

Non v’è alcuna proteina in olio di cartamo.

I micronutrienti in olio di cartamo

Olio di cartamo contribuisce vitamina E per la vostra dieta. Otterrete 4,6 mg di vitamina o il 23 per cento della razione giornaliera raccomandata quando si consuma un cucchiaio di olio di cartamo.

La vitamina E, o alfa-tocoferolo, svolge un ruolo importante nel metabolismo cellulare e è creduto di avere benefici anti-invecchiamento. Questa importante vitamina può anche aiutare a proteggere contro alcune malattie tra cui il cancro, le malattie cardiovascolari, cataratta, e il diabete.

Benefici alla salute

Perché l’olio di cartamo monoinsaturi è ad alto contenuto di acido oleico, si guadagna i benefici salutari per il cuore quando si consumano. L’acido oleico è creduto di abbassare il colesterolo LDL (noto anche come il colesterolo “cattivo”) per contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache.

C’è anche qualche evidenza che suggerisce che l’olio di cartamo può aiutare con la perdita di peso e il controllo glicemico.

Tuttavia, è importante ricordare che l’olio di cartamo, come tutto l’olio, è ancora grasso.

I grassi contribuiscono nove calorie per grammo rispetto a 4 calorie per grammo di carboidrati e proteine. Così, anche se l’olio di cartamo è considerato un grasso sano, si dovrebbe comunque consumare con moderazione, al fine di raggiungere e mantenere un peso sano.

Domande comuni

Cosa devo cercare quando compro olio di cartamo?

Comprare olio di cartamo in base a come si prevede di utilizzarlo. La maggior parte del olio di cartamo che si vede nel negozio sarà monoinsaturi olio di cartamo. Se avete intenzione di cucinare con l’olio, questo è il tipo che si dovrebbe comprare in quanto è un olio più facile da cucinare. Tuttavia, molti cuochi preferiscono l’olio di cartamo polinsaturi meno comune da utilizzare in condimenti per insalate e marinate.

Qual è il modo migliore per conservare l’olio di cartamo?

La maggior parte degli oli devono essere conservati in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce solare diretta. Se si acquista l’olio di cartamo monoinsaturi (olio di cartamo oleico) durerà più a lungo rispetto ai meno olio di cartamo polinsaturi (olio di cartamo linoleico) lunga conservazione.

Cottura e preparazione Tips

Olio di cartamo ha un punto di infiammabilità superiore rispetto ad altri tipi di olio sani come l’olio di colza o olio d’oliva. Il punto di infiammabilità, o punto di fumo, è la temperatura alla quale un olio comincia a fumare fumi. Il punto di fumo di olio di cartamo dipende da come viene elaborato (se è raffinato, semi-raffinato o grezzo) ma varia da 225 ° a oltre 500 ° C.

Olio di cartamo ha anche un sapore neutro, quindi è facile da usare in condimento per l’insalata e ricette perché non cambiare il gusto del vostro piatto. L’American Heart Association raccomanda di utilizzare un olio vegetale liquido, come olio di cartamo, proprio come si usa un solido grassi saturi in cucina. Oltre ai condimenti per insalate, è anche possibile utilizzare l’olio in marinate, salse e salse, e anche per la griglia, sauté, o saltare in padella gli alimenti. È anche possibile utilizzarlo per pentole cappotto per mantenere gli alimenti si attacchino o per la stagione in ghisa pentole.

Allergie e interazioni

Se avete qualche allergia seme, si consiglia di essere prudenti quando si consumano olio di cartamo. Questo olio viene estratto dai semi della pianta di cartamo. Mentre c’è molto poco informazioni su specifiche di semi di cartamo o allergie olio di cartamo disponibili, gli esperti presso l’ American Academy of Allergy, Asthma, and Immunology rapporto che cross-reattività con le allergie del seme è possibile.

Inoltre, essi affermano che anche le persone con allergie dado possono avere sintomi quando esposti a semi o prodotti semi. L’organizzazione medico consiglia di seguire con il tuo allergologo per determinare se il trattamento è necessario e per discutere un piano di cura. Essi suggeriscono che i test e il potenziale sfida orale (s) al seme (s) possono aiutare la cura guida.

Gravatar Image
Zahra Thunzira is a Jakarta-based nutritionist and gym instructor. She’s also an adventure travel, fitness, and health writer for several blogs and websites. She earned her Master degree in Public Health from University of Indonesia.